Caccia al Tesoro

Portami dove sono
06/05/2016
Ristrutturazione
16/06/2016

Caccia al Tesoro

Oggi facciamo un gioco: la caccia al tesoro. Ricordate le regole? Si scrivono dei bigliettini con indovinelli la cui soluzione porta in un luogo dove è nascosto un altro indovinello-indizio e così via fino alla conquista del tesoro.

Una piccola variante: voi mi dite quale tesoro volete conquistare e io vi indico la strada con un indizio. Dunque, iniziamo: qualcuno di voi mi dice: “Vorrei conquistare la calma nei miei rapporti con gli altri”, qualcun altro: “Vorrei tanto avere il coraggio per affrontare una questione che mi sta a cuore” e ancora: “Mi manca la determinazione per arrivare in fondo a un progetto”.

Ebbene, la calma, il coraggio e la determinazione sono tesori nascosti in fondo al mare, legati a una corda che affiora in superficie: devi solo afferrare la cima e tirare su il tesoro.

Come? Pensa a quella volta in cui la tua collega ha detto una cosa poco carina nei tuoi confronti e tu, invece di arrabbiarti, l’hai spiazzata. Ti basta un gesto essere come vuoi, tutte le volte che vuoi.

Lo stesso vale per il coraggio. Cosa? Non ricordi nessuna occasione in cui sei stato coraggioso? Non disperare, pensa a una persona che reputi coraggiosa; può essere Nelson Mandela o semplicemente il tuo vicino, quello che ha lasciato il lavoro che, benché sicuro, non lo realizzava, per mettersi in proprio. Ti basta un gesto per avere il suo coraggio.

E infine la determinazione; ripercorri all’indietro la tua vita e pensa ai traguardi che hai raggiunto grazie alla tua determinazione: hai imparato ad andare in bicicletta, ti sei laureato… Ti basta un gesto per tornare “quello di una volta”.

Un gesto? Sì, un’àncora. Un’associazione tra stimolo sensoriale e sensazione. La stessa cosa che accade quando la vista di un paesaggio ci ispira un senso di tranquillità, o il profumo di un dolce ci riporta alla felicità dei giorni di festa.

Àncore come queste si innescano naturalmente, ma ne possiamo creare altre ad hoc, per accedere velocemente agli stati e alle risorse di cui abbiamo bisogno, in ogni momento.

Siamo così giunti all’ultimo indizio, quello che porta al tesoro, quello che porta a te. In fondo al mare della tua vita c’è il tuo tesoro e ci sei tu che sei la chiave del forziere. Ti basta un gesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.