L’Arte dello Scordare

Centra i tuoi Obietivi (Parte Seconda)
19/04/2016
Portami dove sono
06/05/2016

L’Arte dello Scordare

Scordare: “Non ricordare, non avere più memoria di qualcuno o di qualcosa”, sinonimo di dimenticare; in ambito musicale: “privare dell’accordatura uno strumento”.
Queste sono alcune delle definizioni correnti del verbo scordare.

In PNL potremmo dire che scordare può essere un buon modo per scordare.
Ok okay, mi spiego.

Per alcuni di noi, il passato conta dei brutti ricordi che ancora ci fanno male: la fine di un amore o di un’amicizia, la perdita del lavoro, un incidente…
Eventi che, in molti casi, sono vere lezioni di vita, che non riusciamo a trasformare in esperienza perché la rabbia, la frustrazione o la delusione che portiamo dentro ce lo impediscono.
Un vecchio proverbio recita: “Il tempo è galantuomo”. Il tempo guarisce tutte le ferite, si dice; prima o poi il ricordo sbiadisce, o meglio, le emozioni legate al ricordo si attenuano.
Perché aspettare che il tempo faccia il suo corso? Perché non andargli incontro aiutandoci con uno strumento di PNL?
La parola d’ordine, in questo caso, è: submodalità.

Pensate a un brutto ricordo, analizzatelo nei suoi particolari: noterete che è fatto di colori, suoni, odori, sapori e sensazioni tattili. Magari l’immagine appare gigantesca e in movimento.
Dunque, chiudete gli occhi: visualizzate davanti a voi la scena del ricordo, se è a colori trasformatela in bianco e nero, se è nitida sfocatela, se è in movimento fermatela; ci sono suoni? Abbassatene il volume e sostituiteli con altri; lo stesso valga per gli odori ed eventuali sensazioni tattili. Prendetevi tutto il tempo che vi occorre…
Il ricordo è un sistema complesso, se gli cambiamo anche un solo elemento, non sarà? più quello di prima.

Una volta scordato il ricordo, cioè distorto nelle sue caratteristiche come è distorto il suono di uno strumento privo di accordatura, sarà più facile scordarlo, dimenticarlo.
Un percorso intenso per giungere a un altro significato riconducibile al verbo scordare: “Rinunciare di proposito al ricordo di qualcuno o di qualcosa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.